Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Perché dovreste investire nell'energia e quali risultati la vostra azienda può aspettarsi

Scoprite l'importanza dell'investimento in soluzioni energetiche avanzate.

Giustificare gli investimenti energetici

Qualsiasi aumento degli investimenti deve essere giustificato, e a ragione. Con così tante opportunità operative di miglioramento, perché scegliere di investire nell'energia?

Secondo una ricerca condotta da Centrica Business Solutions, le organizzazioni che investono in soluzioni di energia locale (nota anche come energia distribuita) stanno già vedendo i vantaggi. Il 41% ha beneficiato di "costi energetici significativamente ridotti". Che cosa significa in termini reali? Non è una coincidenza che le aziende più avanzate ("leader nel settore energetico") hanno una probabilità 2,5 volte maggiore di ottenere solide prestazioni finanziarie rispetto a quelle meno avanzate.

Un terzo (35%) riferisce di trarre vantaggio da un controllo e una visibilità maggiori del loro consumo di energia. Queste informazioni sull'energia possono quindi essere applicate per ridurre ulteriormente i costi energetici nell'ambito di un ciclo sistematico di miglioramento continuo.

I risultati vanno ben al di là dei risparmi sui costi. Un quarto (24%) delle imprese afferma che investire in soluzioni di energia distribuita ha migliorato la propria reputazione. Numeri analoghi indicano una migliore conformità alle normative e alle leggi nonché il raggiungimento degli obiettivi ambientali.

Il miglioramento delle disposizioni in materia di gestione dell'energia ha inoltre aiutato circa un quarto delle organizzazioni a raggiungere i principali obiettivi di trasformazione digitale. Essi riferiscono che le soluzioni energetiche avanzate hanno contribuito a consentire nuovi modi flessibili di lavoro. 

Grazie alla loro lungimiranza nella gestione dell'energia, queste organizzazioni stanno ottenendo un maggiore controllo sul consumo dell'energia, rafforzando i loro marchi e, in alcuni casi, guadagnando un nuovo flusso di entrate.

Quali sono le opzioni di investimento?

La maggior parte delle organizzazioni tende ad avviare il proprio percorso di efficientamento introducendo misure che contribuiscono a migliorare l'efficienza energetica degli edifici, come i sistemi HVAC ottimizzati e gli impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Queste soluzioni sono facili da comprendere, semplici da adottare e offrono un ROI più chiaro e rapido. Circa la metà (52%) di tutte le aziende intervistate sta implementando misure di efficienza energetica.

Il 40% delle aziende sta investendo in informazioni sull'energia, fornendo una visibilità end-to-end del consumo energetico. Queste informazioni possono quindi essere applicate per creare nuove efficienze e far sì che le aziende risparmino sempre più.

Per le aziende che hanno già attuato tali misure di efficienza, vi sono altre opportunità da prendere in considerazione. I sistemi di cogenerazione di energia termica ed elettrica sono economicamente convenienti per le aziende con elevati carichi termici (ad esempio, acqua calda, vapore, acqua refrigerata o aria calda) e in caso di costi elevati dell'energia elettrica. Attraverso il recupero e il riciclo di energia, questi sistemi di cogenerazione di energia termica ed elettrica sono un modo per ridurre le bollette e l'impatto ambientale delle operazioni.

Indipendentemente dall'industria, l'energia presenta anche il potenziale per nuovi flussi di reddito. Alcune soluzioni, come le unità di accumulo dell'energia e la tariffazione dinamica in risposta alla domanda, possono rivelarsi strumenti efficaci per la monetizzazione dell'energia. Quasi tutte le aziende intervistate sono coscienti del fatto che possono essere pagate per vendere energia alla rete nei periodi di picco della domanda e sono previsti incentivi per una gestione flessibile dell'energia in base alla domanda della rete. Più del 50% lo sta già facendo oppure sta considerando l'idea di rivendere alla rete la capacità in eccesso, partecipando agli incentivi legati all'offerta o alla domanda.

È necessario che la vostra azienda consideri anche l'importanza che rivestono le energie rinnovabili in loco. Le considerazioni fisiche e la disponibilità di incentivi sono fattori chiave e, in alcuni casi, la collaborazione può rendere le energie rinnovabili un'opzione interessante. Quasi i tre quarti delle aziende intervistate ritengono che le partnership che condividono energia, infrastrutture e impianti di produzione presentino un notevole valore potenziale.

Come finanziare nuovi investimenti nel settore dell'energia

Attualmente, le opzioni di finanziamento tradizionali sono quelle che prevalgono di più. Due quinti (40%) delle aziende hanno finanziato iniziative e un terzo ha fatto ricorso a programmi governativi (36%) e a prestiti bancari (34%). Circa un terzo di tutte le imprese ha finanziato progetti energetici utilizzando i prestiti direttamente dal loro fornitore di soluzioni.

Altri metodi di finanziamento stanno cominciando a guadagnare popolarità, quali la condivisione di modelli di rischio che riducono l'esposizione. Il finanziamento di reintegrazione del capitale investito, per esempio, è un modello in cui gli investimenti sono finanziati da terzi, in genere un fornitore, e pagati per mezzo del risparmio energetico corrente o dell'aumento delle entrate, riducendo le spese in conto capitale della società.

I leader nel settore dell'energia (imprese che si distinguono sia per l'esecuzione e la visione delle loro strategie energetiche) sono anche più propensi a usare i modelli di spese operative (Opex) rispetto ai loro concorrenti. Queste aziende hanno il doppio della probabilità di adottare contratti di leasing e basati sul "servizio" volti a finanziare gli investimenti energetici. Ci aspettiamo di vedere sempre più organizzazioni che scelgono di finanziare gli investimenti energetici attraverso Opex in quanto osservano i successi dei pionieri.

Cosa fare successivamente

Indirizzare gli investimenti, e rilasciare i fondi per gli investimenti, dipenderà dalla strategia energetica aziendale. Per giustificare l'aumento della spesa e garantire che il denaro sia speso correttamente è necessario stabilire il business case.

1. Allineare la strategia energetica con le esigenze aziendali

La chiave per la creazione di un business case solido è dimostrare in che modo sostiene la strategia aziendale globale. Mentre molte aziende sono ancora principalmente incentrate sulla gestione dei costi, la resilienza può diventare una priorità crescente o la necessità di dimostrare le proprie credenziali di responsabilità sociale aziendale (CSR).

Il business case deve anche essere basato su una conoscenza approfondita dei vasti piani aziendali. In caso contrario, può risultare difficile stimare precisamente le dimensioni di un progetto. La soluzione sbagliata, ad esempio, non si adatta alla crescita o alla contrazione della vostra azienda. Una mancata comprensione del consumo dell'energia esistente renderà ancora più difficile il compito di specificare un sistema.

2. Risparmi attuali in termini di valore

Il ROI di investimenti in energia può essere difficile da valutare, creando incertezza. Come molti altri investimenti, il recupero del capitale può richiedere un po' di tempo, ma i benefici possono essere sostanziali, di lunga durata e possono estendersi ben oltre le cose che si possono facilmente calcolare. Gli investimenti nel settore dell'energia possono aiutarvi a essere più flessibili, a sostenere la crescita e a proteggervi dalla volatilità del mercato.

Provate invece a tradurre i risparmi in metriche significative che facciano presa sui responsabili del processo decisionale. Per un ospedale, ad esempio, il risparmio energetico derivante dall'installazione di un sistema di cogenerazione potrebbe consentire di assumere più personale infermieristico. Inoltre, potreste dimostrare in che modo utilizzare il ROI per finanziare altre parti della vostra strategia energetica, ad esempio, una riduzione nei costi dell'energia potrebbe servire a finanziare l'illuminazione a LED.

3. Affrontare i rischi aziendali

Vi è un crescente clima di incertezza e di rischio che riguarda la fornitura di energia, soprattutto ora che la metà della bolletta energetica di un'azienda comprende i costi non legati alla componente energia. Disporre di un solido team dedicato agli appalti può proteggervi solo fino a un certo punto dal non aumentare i prezzi dell'energia. Allontanarsi da un modello centralizzato permette una maggiore resilienza nei confronti delle variazioni del prezzo futuro dell'energia, oltre che delle interruzioni dell'alimentazione e dei guasti delle apparecchiature.

Ci sono anche altri rischi. Molte organizzazioni di grandi dimensioni sono attualmente vincolate dalle normative e dagli standard di settore. Coloro che non riescono a rispettare le normative potrebbero essere soggette a sanzioni finanziarie e danneggiare le loro credenziali di CSR.

Nel Regno Unito, ad esempio, l'Energy Savings Opportunity Scheme (ESOS) richiede che le società qualificate effettuino un audit sull'uso dell'energia dai loro edifici, processi industriali e trasporti ogni quattro anni e identifichino misure di risparmio energetico con un giusto rapporto qualità-prezzo. Il periodo di applicazione per la fase 2 dell'ESOS è già in corso, la scadenza è il 5 dicembre 2019. Si tratta di una reale opportunità per le aziende di portare avanti un cambiamento.

4. Fornire opzioni

Ai responsabili aziendali piace avere a disposizione delle opzioni, ad esempio, opzioni che prevedono un diverso equilibrio tra le emissioni e gli obiettivi finanziari. Questo dimostra loro che il vostro business case è stato accuratamente valutato e aiuta a spiegare il perché di alcune raccomandazioni.

Dovreste inoltre affrontare le diverse opzioni di finanziamento disponibili. Le soluzioni energetiche avanzate sono ancora spesso auto-finanziate, ma è disponibile una serie crescente di diverse opzioni disponibili grazie ai fornitori come Centrica Business Solutions. 

Conclusione

Il bilanciamento delle fonti energetiche con soluzioni di energia distribuita deve essere una priorità strategica affinché la vostra azienda faccia progressi. Gli investimenti in soluzioni locali consentiranno di risparmiare in termini di costi a breve e a lungo termine, e saranno essenziali per ottenere la flessibilità necessaria per soddisfare le future sfide energetiche.

Come hanno dimostrato le esperienze dei primi utilizzatori, le soluzioni di energia distribuita hanno il potenziale di eliminare il rischio dell'approvvigionamento energetico, aumentare la sostenibilità e creare nuovi flussi di reddito.

Scoprite i modi in cui potete investire nell'energia, le opzioni di finanziamento disponibili e i risultati che ci si può aspettare di vedere. Scaricate oggi il nostro Energy Advantage Report: l'energia come vantaggio competitivo per il business. 

Scarica il report.