Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

CSR Manager: nel 60% dei casi è donna

Cresce l’attenzione per la sostenibilità in azienda e con essa nasce una nuova figura professionale, già presente nel 40% delle imprese quotate in borsa.

La sostenibilità oggi gioca un ruolo importante perché è sempre più ritenuto uno strumento chiave per mantenere alta la competitività aziendale e la reputazione d’impresa. Nell’ottica di un successo duraturo nel tempo, sempre più aziende italiane stanno intraprendendo il percorso verso la sostenibilità e di conseguenza stanno inserendo in organico nuove figure per la gestione dell’efficienza energetica e della responsabilità sociale e ambientale.

Nasce quindi la figura del CSR (Corporate Social Responsibility) Manager, che ha il compito di coordinare e gestire le politiche ambientali e sociali di un’azienda per guidarla verso il cambiamento.

Chi è il manager della sostenibilità?

Si tratta di una figura professionale dotata di soft skills trasversali, quali apertura mentale, adattabilità al cambiamento, lungimiranza e imprenditorialità. I nuovi manager della sostenibilità sono in grado di coniugare l’intera filiera, dai processi produttivi alla scelta dei fornitori, dall’adozione di nuove tecnologie all’ottimizzazione delle risorse aziendali.

Secondo un’indagine condotta in sette Paesi – Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Serbia e Turchia – dalla European Association of Sustainability Professionals (EASP), la rete europea promossa dall’italiano CSR Manager Network, nel corso degli ultimi 5 anni la figura del manager della sostenibilità è quadruplicata passando da 90 a 373 addetti. Nel 60% dei casi è di sesso femminile, in 34 casi su 100 ha tra i 41 e i 50 anni e in 38 casi su 100 possiede un’esperienza dai 6 ai 15 anni. Ha un curriculum studi elevato, una formazione prevalentemente economica (50%) ed è in possesso di un Master (30%); quando segue un percorso di crescita interna proviene dall’area comunicazione o dal marketing e dalle vendite, mentre in minima parte fa il suo ingresso in azienda dalla consulenza.

La ricerca mostra una progressiva evoluzione del ruolo. Si avvale in media di due collaboratori, ma in un caso su 3 può arrivare fino a cinque. I responsabili della sostenibilità hanno retribuzioni annue lorde che si attestano attorno ai 79 mila euro, e nel 22,6% dei casi sono superiori ai 120 mila euro. Inoltre, beneficiano anche di una quota di retribuzione variabile per il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Come prepararsi a un futuro più sostenibile: la nostra ricerca

Stiamo assistendo alla nascita di una professione che sta diventando sempre più presente e autorevole all’interno delle aziende e che continuerà probabilmente a crescere a ritmi incalzanti. Il 40% delle società quotate dispone già di un CSR Manager nel proprio organico. Ma oltre all’inserimento in azienda di una figura responsabile della sostenibilità, cos’altro possono fare le aziende per assicurarsi un maggior valore aggiunto e essere più competitive sul mercato?

Sicuramente il primo passo è quello di adottare modelli di business a favore della sostenibilità, implementando soluzioni energetiche avanzate in grado di offrire una maggiore efficienza operativa, assicurare risparmi energetici, controllare il rischio e aumentare la resilienza, nonché migliorare le proprie prestazioni finanziarie.

Abbiamo effettuato una ricerca su oltre 1.500 aziende e decision maker di grandi organizzazioni in 10 Paesi e 7 settori, per capire come sta cambiando il ruolo dell'energia e come le aziende stanno vivendo questi cambiamenti e si stanno adattando al nuovo contesto. Il nostro report "Distributed Energy Future Trends" illustra i risultati più significativi della ricerca e presenta il nostro modello di azienda sostenibile. Delineiamo le principali caratteristiche di un'azienda sostenibile, nonché le misure chiave da intraprendere verso il percorso di sostenibilità e spieghiamo come l'energia può aiutare le imprese a prepararsi a un futuro più sostenibile sotto il profilo commerciale e ambientale.

Per saperne di più sui risultati della nostra ricerca, scarica il nostro report completo.