Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Innovazione, Economia Circolare e Governance verso l'orizzonte Net Zero

Vittorio D’Amore, Corporate External Relations and Sustainability di Tecnocap, azienda leader negli imballaggi in metallo, ci racconta il suo punto di vista sulla sostenibilità e come l'azienda abbia intrapreso un percorso di decarbonizzazione investendo in un progetto di Circular Innovability.

Quando i mercati sono incerti e i rischi legati al cambiamento climatico sono inevitabili, cosa possono fare le aziende per rafforzare la propria resilienza e le performance economiche? Operare con un modello di business sostenibile rappresenta una corretta strategia per restare competitivi, ma un numero troppo alto di imprese, ancora oggi, non comprende l'urgenza di agire subito o non sa cosa fare e come procedere.

Nel nostro report “Perché aspettare per raggiungere il Net Zero” abbiamo analizzato come le aziende leader nella sostenibilità superano l’ottica contingente e sono consapevoli che perseguire profitti nel breve periodo causerà uno svantaggio economico al loro business e all’intero pianeta nel lungo periodo.

Per portare esempi concreti di aziende italiane illuminate, leader di settore, che hanno già iniziato il loro percorso verso il Net Zero, stiamo raccogliendo i commenti di alcuni leader della sostenibilità. In questo blog, chiediamo a Vittorio D’Amore, Corporate External Relations and Sustainability di Tecnocap di raccontarci la visione sostenibile della propria azienda.

1. Cosa significa sostenibilità per la sua azienda?

Per Tecnocap, sostenibilità vuol dire fornire ai più importanti consumer brand globali delle soluzioni d’imballaggio in metallo sempre più sicure, totalmente riciclabili e dal minimo impatto sull’ambiente. Al tempo stesso, significa creare un rapporto di collaborazione strategico con le Comunità e tutti gli Stakeholder per generare benefici comuni. Questa è la mission che campeggia ormai da qualche anno in tutti gli strumenti di comunicazione del Gruppo e che ci tengo a riportare nell’introduzione di questa intervista. In Tecnocap, crescita economica, innovazione continua, tutela dell’ambiente, inclusione sociale e integrità etica sono ormai ampiamente riconosciute come leve competitive del nostro modello di business, secondo una logica che considera la responsabilità sociale e la creazione di valore condiviso elementi cruciali per il successo delle performance economiche aziendali.

2. Ritiene che negli ultimi anni la Cultura Aziendale e l’approccio degli investitori nei confronti della sostenibilità sia cambiato?

Il coinvolgimento crescente delle istituzioni, delle imprese e dei singoli nello sviluppo sostenibile non è più un megatrend, è una realtà consolidata. Basti pensare all’affermarsi di criteri, standard e linee guida in ogni settore, alla crescita degli strumenti di finanza sostenibile legati al Green Deal dell’Unione Europea e ai piani di altre Organizzazioni Globali. Sono personalmente convinto che il successo delle istituzioni e della comunità internazionale nel raggiungere gli obiettivi di sostenibilità dipenderà molto dal ruolo di leadership degli imprenditori illuminati e dall’introduzione di sistemi di Governance dotati di un focus specifico sulla creazione di valore condiviso a lungo termine. Da parte nostra, il 2020 è stato un anno particolarmente significativo sotto questo aspetto. È stata introdotta una prima Governance della sostenibilità mediante l’introduzione di una funzione responsabile a livello Corporate, la costituzione di team locali in ciascuno degli stabilimenti e l’insediamento di un Comitato Operativo sui temi ESG che affianca l’Amministratore Delegato nel proporre, promuovere e monitorare politiche di sostenibilità all’interno del Gruppo e favorisce l’integrazione dei fattori ESG (Environmental, Social, Governance) nel modello di business.

3. Avete in atto una strategia di decarbonizzazione?

L'economia circolare e il contrasto al surriscaldamento del pianeta sono le sfide più impattanti sull’industria del packaging e l’industria dell’imballaggio in metallo, per le sue caratteristiche speciali, può giocare un ruolo strategico nella transizione dal modello lineare a quello circolare. Se guardiamo alle materie prime, l’acciaio e l’alluminio che utilizziamo per produrre i nostri imballaggi rappresentano un esempio perfetto di economia circolare in quanto “materiali permanenti”, ovvero riciclabili all’infinito senza alcuna perdita di qualità, il che significa che una volta prodotti possono essere riciclati ripetutamente in un “loop” virtuoso.

Va da sé che per ottenere risultati davvero consistenti è necessario essere capaci di ripensare l’organizzazione dei processi produttivi e di progettare imballaggi sempre più sicuri, riciclabili e realizzati con materie prime riciclate. In questo senso la sostenibilità è al centro della nostra agenda. Siamo al lavoro su un piano di “Circular Innovability” che prevede interventi ed investimenti lungo tutta la catena del valore: dall’approvvigionamento delle materie prime all’eco-design, dalla logistica distributiva alla produzione, dalla misurazione degli impatti mediante l’approccio LCA allo sviluppo di nuove soluzioni d’imballaggio.

4. Quali tecnologie/soluzioni avete implementato?

Lo stabilimento di Lecco, un insediamento produttivo di circa 35.000 metri quadri di superficie, con oltre 90 dipendenti, specializzato nella produzione di bottiglie e bombole aerosol in alluminio, ha vissuto e vive tutt’oggi un momento di crescita costante a due cifre che necessita di un livello più avanzato di efficienza nella gestione energetica per migliorare le prestazioni in termini di emissioni, l’eco-efficienza energetica e, non ultimo, per ottenere la tenuta necessaria a garantire la continuità della produzione. La soluzione più adatta a queste esigenze si è rivelata l’adozione di un impianto di cogenerazione alimentato a gas naturale, dotato di un circuito di recupero completo in acqua calda e allaccio elettrico in media tensione.

5. Quanto la competenza di Centrica Business Solutions vi ha supportato nella definizione della strategia e implementazione della soluzione scelta?

L’impianto di cogenerazione è uno degli investimenti più importanti realizzato dal Gruppo in ottica di sostenibilità ed è frutto di un “lavoro a sei mani” con Eni gas e luce, nostro partner storico per le scelte in materia di energia e Centrica Business Solutions. Ancor prima delle competenze, in una partnership, è indispensabile condividere valori ed ambizioni. Per noi è stato molto importante connetterci con un’organizzazione che ha ben compreso le nostre aspettative, ci ha aiutati ad individuare potenzialità e margini di miglioramento e si è immediatamente messa al servizio degli obiettivi: upgrade energetico e abbattimento delle emissioni di CO2. L’efficace lavoro svolto nelle fasi di analisi e progettazione è stato fondamentale per identificare il sistema di cogenerazione più adeguato alle nostre caratteristiche in termini di consumo, utilities e impatto ambientale.

6. Quali vantaggi vi aspettate nel medio/lungo periodo?

L’impianto di cogenerazione è alimentato a gas naturale ed è progettato per erogare una potenza elettrica di 1.010 kWe e una potenza termica di 1.008 kWt per 5.650 ore equivalenti di funzionamento all’anno. Oltre a notevoli miglioramenti nelle prestazioni di efficienza energetica, questo investimento consentirà a Tecnocap di diminuire le emissioni di CO2 di 900 tonnellate equivalenti ed un taglio di 380 tonnellate equivalenti di petrolio. Infine, l’investimento ci renderà più resilienti dal punto di vista energetico con ampie garanzie di continuità operativa dello stabilimento, anche in caso di malfunzionamenti o interventi di manutenzione alla rete elettrica pubblica.

Spesso le aziende non sanno da dove iniziare per intraprendere il proprio percorso di sostenibilità e aspettano il momento giusto per agire, ma rimandare la riduzione dell'utilizzo di combustibili fossili in azienda significherà avere maggiori spese in futuro a causa di regolamentazioni più stringenti e tasse sulle emissioni di CO2. Significherà, inoltre, opportunità perse perché i clienti sceglieranno brand concorrenti che condividono gli stessi valori ambientali.

Per saperne di più su come avviare un percorso sostenibile e su come altri leader della sostenibilità stanno bilanciando le esigenze del pianeta e quelle del business, scarica il nostro report 'Perché aspettare per raggiungere il Net Zero? Costruisci ora un modello di business sostenibile'.

Per saperne di più su Tecnocap, leggi il case study

Tagged with: