Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Come può la strategia energetica rendere le aziende italiane più competitive?

Christian Stella, Managing Director di Centrica Business Solutions Italia, commenta i risultati di una recente ricerca Centrica e il cambiamento in atto nel modo di considerare l’energia da parte delle aziende.

L'ondata di deregolamentazione e digitalizzazione che sta attraversando tutta l'Europa, insieme alle nuove tecnologie e alle applicazioni dell’Internet of Things, consente una gestione dell’energia sempre più efficiente. Secondo il nostro Energy Advantage Report, oltre tre quarti delle aziende hanno già sviluppato una strategia energetica, sebbene molte meno abbiano realmente iniziato a implementarla. La spinta al cambiamento spesso dipende dalla struttura del mercato e dalle normative di un Paese, oltre che dall'atteggiamento di fornitori e consumatori. Il più grande fautore del cambiamento nel mercato dell'energia italiano è senza dubbio il prezzo: l’Italia, infatti, ha i prezzi dell'energia costantemente più alti d'Europa. E l'implementazione di soluzioni per l'efficienza energetica ha un payback più elevato proprio nei Paesi dove il costo dell'energia è più alto: il nostro report, a questo proposito, rivela che due quinti delle aziende hanno visto ridursi significativamente i costi dell'energia dopo aver investito in soluzioni energetiche avanzate.

I prezzi dell'energia continuano a salire

Nell’ultimo anno i prezzi dell'energia hanno continuato a salire e i costi relativi alle emissioni di carbonio nell'UE sono più che quadruplicati negli ultimi mesi, con valori di CO2 superiori a e22/t. Nel caso di un nostro cliente, un’azienda energivora tra quelle con i consumi di energia più elevati, il regolare acquisto dei crediti di carbonio era diventato il principale costo d'esercizio: questo riduceva la sua competitività e incentivava l’implementazione di una strategia atta a ridurre le emissioni di carbonio, che vede nell’energia solare e nella cogenerazione (CHP) le soluzioni chiave. Non a caso, la nostra ricerca mostra che oltre i due quinti delle aziende hanno riportato significativi risparmi dopo aver investito in soluzioni energetiche avanzate.

Se a livello globale, due su cinque aziende che hanno investito in soluzioni energetiche avanzate hanno registrato risparmi significativi, on Italia, questa proporzione è anche più elevata. Oltre ai prezzi dell’energia complessivamente più alti, anche i costi non legati direttamente alla componente energia, come ad esempio i costi relativi alle emissioni di carbonio, oneri e tasse di trasmissione, sono maggiori arrivando a rappresentare fino a due terzi del prezzo totale dell'energia fornita dalla rete: una proporzione più alta rispetto alla maggior parte dei Paesi. Soluzioni di energia distribuita come la cogenerazione e l’energia solare si traduco in notevoli risparmi potenziali grazie alla riduzione delle emissioni di carbonio, che eliminano gli oneri e alcune tasse sulla trasmissione, oltre  a migliorare l'efficienza operativa, garantendo un payback dell’investimento in soli due anni.

Le aziende devono affrontare una crescente pressione energetica

Gli obiettivi in materia di emissioni e la chiusura delle più grandi centrali a carbone a basso costo rendono l’approvvigionamento energetico sempre più costoso e aumentano l'impellenza di adottare delle strategie energetiche alternative. I risparmi sui costi offrono chiaramente un vantaggio competitivo alle aziende, ma una strategia energetica socialmente responsabile, che comporta l’adozione di fonti di energia sostenibile e con basse emissioni di carbonio, può aumentare il valore del marchio. Quasi un quarto delle aziende che hanno agito prontamente in questa direzione dichiara di aver migliorato la propria reputazione e un numero analogo ha addirittura registrato un flusso di entrate supplementari.

Molto aziende non hanno ancora iniziato il processo di cambiamento

Malgrado gli elevati prezzi della rete e gli alti costi non legati alla componente energia, lo sviluppo di strategie energetiche avanzate in Italia ha avuto solo recentemente un maggiore slancio. L'Energy Advantage Report mostra che circa la metà delle aziende non ha cambiato affatto il proprio approccio nei confronti dell’energia, un modello che si ripete anche in Italia. Analogamente, le aziende italiane che hanno raggiunto la "leadership energetica" e che collegano la propria strategia aziendale alla strategia energetica sono, in media, poco meno dell'8%. Tale approccio consente alle aziende di trarre il massimo vantaggio competitivo dall'energia. Si tratta nella maggior parte dei casi di multinazionali con team dedicati, ma anche le aziende che non dispongono di tali risorse possono iniziare questo percorso partendo dall’analisi e dalla misurazione dei propri consumi energetici con soluzioni automatizzate. Infatti, tra le aziende che hanno implementato queste soluzioni, il 30% ritiene di essere molto più efficiente rispetto ai concorrenti che non le hanno implementate, mentre il 34% ha riportato una crescita e una redditività maggiori.

I settori più virtuosi affermano la propria leadership energetica

A parte le multinazionali, i settori dell’industria leggera e del Food & Beverage si attestano tra i più all’avanguardia nell'approccio energetico, spinti dalla necessità di compensare l’aumento dei costi associati all'energia. L'Italia si caratterizza da un'ampia base di piccole e medie aziende manifatturiere particolarmente attente ai costi, in quanto devono competere nei mercati internazionali con aziende che spesso hanno costi di produzione inferiori, tra i quali proprio l'energia rappresenta una quota significativa. Si tratta di aziende che, una volta implementate delle soluzioni energetiche avanzate, registrano vantaggi potenziali che vanno al di là della riduzione dei costi, come ad esempio l'ottimizzazione dei processi.

In che modo le aziende del settore Food & Beverage bilanciano le fonti

Un case study interessante è quello di un'azienda del settore Food & Beverage a cui forniamo consulenza e soluzioni energetiche da 2 anni. Il  primo step è stato l’installazione di un sistema di cogenerazione (CHP) presso il loro stabilimento produttivo. Sebbene il nostro Energy Advantage Report suggerisca che l’analisi e il monitoraggio dovrebbe normalmente essere il primo passo, è necessario essere sempre flessibili e in questo caso c'era la necessità immediata di un impianto di cogenerazione. Installato per ridurre i costi, il sistema di cogenerazione, se usato correttamente, può anche essere utile per evitare guasti e aumentare l'efficienza. Nella seconda fase, invece, abbiamo implementato un sistema di analisi e monitoraggio dei consumi. Dai risultati di quest'ultimo, in particolare, abbiamo sviluppato un programma completo (da 3 a 5 anni) di ottimizzazione relativo al funzionamento delle caldaie e all'uso dell'energia in loco. Dopo aver introdotto l'analisi e il monitoraggio, di norma si effettuano ulteriori investimenti anche se qualsiasi intervento, per quanto possibile, non deve causare alcuna interruzione delle operazioni. Il nostro coinvolgimento è costante e adesso stiamo valutando la possibilità dell'illuminazione a LED.

Migliori opportunità di finanziamento per le aziende impegnate nell'energia

Almeno il 50% delle soluzioni energetiche sono implementate utilizzando la nostra opzione di finanziamento DEP (Discount Energy Purchase), che dà ai nostri clienti una maggiore fiducia e sicurezza nel realizzare progetti che altrimenti non verrebbero messi in pratica. Non a caso, la nostra ricerca mostra che mentre il 59% delle aziende ritiene "molto importante" l'accesso ai fondi per i miglioramenti energetici, solo il 19% dispone di un budget adeguato. Per questo ci impegniamo a finanziare le nostre soluzioni, al fine di aiutare i nostri clienti a sviluppare una parte essenziale della loro attività  senza incidere sui loro bilanci e permettendogli di concentrare i propri fondi altrove. È un approccio molto apprezzato dai nostri clienti.

Conclusione

Se volete saperne di più sulla come implementare una corretta strategia energetica, su come diventare un leader dell'energia o su come valutare il vostro posizionamento nei confronti dei vostri competitor, l’Energy Advantage Report è a vostra disposizione. Dando un'occhiata alla nostra ricerca, vi farete un'idea più chiara su come si sta trasformando il settore dell’energia e su come ottenere migliori vantaggi competitivi attraverso la leadership energetica.

Scoprite come e perché le aziende in Italia devono dare sempre più importanza all'energia nei loro piani strategici, scaricando l'Energy Advantage Report.