Impianto energetico
Blogpost

H2: quali sono i vantaggi dell’idrogeno per le aziende?

Vi è un sempre maggiore interesse per l'idrogeno come parte del mix energetico sostenibile delle aziende. Ma quali sono i suoi potenziali benefici per le aziende?

Nella corsa aziendale per progredire sempre più velocemente verso il Net Zero, nel lungo periodo ci sarà bisogno di fare affidamento su più tecnologie diverse, che faranno parte di un mix energetico sostenibile. Tra queste, una potenziale fonte di energia che attrae un forte interesse è certamente l'idrogeno. Ma come può l'energia a idrogeno aiutare le aziende, e quando?

La risposta breve, come abbiamo visto nel nostro precedente articolo, è che la tecnologia dell'idrogeno a basse emissioni di CO2 è ancora in fase embrionale, perché, seppur può essere considerata una fonte di energia pulita, la sua produzione comporta un utilizzo intensivo di energia e, nella maggior parte della produzione attuale, provoca emissioni di CO2 e di gas serra. Detto questo, ci sono iniziative e associazioni, come la European Clean Hydrogen Alliance, che hanno l’obiettivo di promuovere gli investimenti e stimolare la produzione e l'utilizzo dell'idrogeno pulito, rendendo possibili significativi progressi. Anche se la maggior parte delle aziende non potrà beneficiare ancora appieno nel breve periodo dei vantaggi commerciali dall'utilizzo dell’idrogeno, possiamo scorgere alcune applicazioni per l'idrogeno a basso contenuto di CO2 (idrogeno verde) già entro i prossimi 5-10 anni.

Quindi vale la pena capire fin da ora i vantaggi, in modo da essere pronti per sfruttare al meglio i benefici che questa tecnologia offre.

L'idrogeno nei processi industriali

Probabilmente l’applicazione più immediata per l'energia a idrogeno è nell'industria pesante, che attualmente si affida ai combustibili fossili per generare calore di alta qualità. Le aziende di questo settore sanno quanto sia complicato ottenere il calore di cui necessitano per i propri processi produttivi, come ad esempio per la produzione del vetro, dell’acciaio o della ceramica, utilizzando energia elettrica da fonti rinnovabili. Ma allo stesso tempo, sono settori che devono necessariamente decarbonizzare i propri processi. Per questi settori industriali "difficili da elettrificare", l'idrogeno potrebbe rappresentare la soluzione ideale.

Cogenerazione a idrogeno

In Centrica Business Solutions stiamo lavorando per garantire che le nostre soluzioni di cogenerazione soddisfino le sfide tecniche e commerciali del raggiungimento del Net Zero, con progetti che includono l’idrogeno miscelato e motori alimentati al 100% a idrogeno. Disponiamo già di soluzioni di cogenerazione hydrogen-ready, con una vasta gamma di motori che possono funzionare con una miscela di idrogeno del 20-25% sin da subito. Per i motori di grande taglia, la miscela potrebbe aumentare fino al 40%, con gli opportuni accorgimenti tecnici preliminari. E stiamo anche lavorando su impianti di cogenerazione alimentati al 100% a idrogeno. Scopri di più sulla nostra soluzione di cogenerazione.

Idrogeno per la produzione di calore

In un periodo relativamente breve, l'idrogeno potrebbe anche essere distribuito in modo rapido e conveniente attraverso la miscelazione con il gas naturale, fornendo, così, un modo facile per decarbonizzare gli usi finali alimentati a gas. Potrebbe anche essere un punto di ingresso nel mercato per l'idrogeno prodotto usando processi a basso o nullo contenuto di CO2.

Idrogeno per integrare l'energia rinnovabile

Un vantaggio sistematico dell'idrogeno è certamente lo stoccaggio di energia a lungo termine. In questo caso, l'energia rinnovabile potrebbe essere convertita in idrogeno durante i periodi di eccesso di fornitura, e di nuovo in energia (usando l'elettrolisi, il cosiddetto processo del ‘green hydrogen’) quando la domanda aumenta o la fornitura diminuisce. In questo modo, l'idrogeno può integrare l'elettrificazione permettendo al sistema energetico di essere meno dipendente dalla rete, fornendo la flessibilità necessaria per il bilanciamento del sistema energetico e riducendo la necessità della capacità di picco.

Idrogeno per i trasporti

In un futuro più lontano, l'idrogeno potrebbe anche alimentare il trasporto pesante, come, ad esempio, i mezzi pesanti, il trasporto marittimo e l'aviazione. Questo perché il trasporto di carichi pesanti o di grandi volumi su lunghe distanze richiede un carburante ad alta densità energetica.

Inizia oggi il percorso verso il Net Zero

Lungo il percorso verso la decarbonizzazione, è importante riconoscere che l'energia a idrogeno non è la panacea di tutti i mali, ma che certamente nel lungo termine potrebbe giocare un ruolo sempre più prezioso.

Per le aziende che operano in un settore ad alta intensità energetica o "difficile da elettrificare", per esempio, vale la pena scoprire fin da subito come l'idrogeno potrebbe fornire calore di alta qualità. Soprattutto per questi settori, infatti, potrebbe esserci una sempre maggiore pressione per implementare alternative a basso contenuto di CO2 alla generazione di calore da combustibili fossili, non appena saranno disponibili in commercio. Diventa fondamentale, quindi, iniziare a pianificare fin da ora.

Allo stesso tempo, è bene considerare che i sistemi esistenti, quali gli impianti di cogenerazione, potrebbero essere adattati per funzionare a idrogeno, specialmente se si sta pianificando un investimento in questo momento.

Nel frattempo, si può considerare l'idrogeno come una parte del portafoglio aziendale di opzioni energetiche sostenibili nel lungo periodo ed è probabile che diventi più sostenibile e ancora più conveniente nel tempo.

Per discutere la strategia di Net Zero più corretta per la tua azienda e di come l'idrogeno e altre tecnologie innovative potrebbero fornire un percorso verso la decarbonizzazione, contatta il nostro team di esperti.