Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

L'adozione di innovazioni energetiche sostenibili può rafforzare il brand

La nostra ricerca mostra che l'uso di soluzioni energetiche a basse emissioni di carbonio può migliorare la reputazione dell'azienda, aggiungendo un ulteriore vantaggio all'adozione dell'innovazione ecologica.

In ambito aziendale si dice spesso che la reputazione si costruisce lentamente, ma si perde altrettanto velocemente. Per questo motivo un'azienda di successo deve adottare una visione strategica del proprio brand, al fine di evitare i danni che possono derivare dal trovarsi dalla parte sbagliata dei dibattiti pubblici in rapida evoluzione.

Attualmente gli argomenti più discussi a livello globale riguardano l'ambiente e il cambiamento climatico. Molte aziende stanno implementando innovazioni tecnologiche sostenibili, come l'energia solare, oltre a correggere le proprie strategie aziendali per far fronte alle problematiche ambientali.

Nel prendere in considerazione l'opportunità di investire in uno di questi approcci, è essenziale capire i riflessi più ampi, tanto positivi quanto negativi, che possono avere sul proprio business.

In particolare, è chiaro che possono avere un impatto significativo sulla percezione del proprio brand da parte di clienti e azionisti. Il nostro recente report Distributed Energy Future Trends mostra che i decisori in ambito energetico riconoscono che le soluzioni energetiche sostenibili producono vantaggi sulla reputazione aziendale.

Secondo questa ricerca, non meno del 30% delle aziende dichiara che l'investimento in tecnologie energetiche produce un miglioramento diretto nella reputazione dell'azienda, in aumento rispetto al 24% nel 2017. Si tratta di un aumento significativo in soli due anni, che dimostra come la tecnologia energetica, le responsabilità ambientali sempre più prioritarie per le aziende e la percezione del brand siano elementi strettamente legati.

Strategia collegata al brand

Solo nello scorso anno, il 36% delle aziende che abbiamo intervistato ha cambiato il posizionamento del proprio brand per rispettare di più l'ambiente. Ciò dimostra che queste aziende comprendono l'importanza di avere credenziali di sostenibilità.

Naturalmente, per essere efficaci a lungo termine, qualsiasi cambiamento nel posizionamento del brand dovrebbe essere reale. I clienti, i dipendenti, gli analisti e le autorità di regolamentazione guardano con giustificato sospetto alla possibilità di un "greenwashing", ossia la tendenza di molte aziende di costruire e diffondere un’immagine di sé ingannevolmente positiva sotto il profilo dell’impatto ambientale per distogliere l’attenzione dagli effetti negativi per l’ambiente dovuti alle proprie attività aziendali. 

Questo significa che, idealmente, l'impulso verso la sostenibilità deve essere strategico e comprendere una combinazione di misure di successo sia economiche che ambientali. In effetti, secondo il nostro sondaggio l'86% delle aziende ritiene che la "sostenibilità" abbia dimensioni tanto economiche quanto ambientali. È chiaro che le organizzazioni non possono limitarsi a parlare dell'importanza della responsabilità aziendale: le loro parole devono essere accompagnate da azioni chiare e decise.

La responsabilità sociale e ambientale continua a guadagnare posizioni nei programmi strategici delle aziende, e la nostra ricerca ha evidenziato che solo due fattori sono considerati più importanti: efficienza operativa e prestazioni finanziarie. Inoltre, il quarto elemento per importanza nei programmi aziendali è risultato essere la conformità alle leggi e alle normative, che è di per sé una componente essenziale della gestione della reputazione.

L'investimento in tecnologie energetiche innovative può avere anche un impatto indiretto sul brand. Secondo la nostra ricerca, le questioni relative alla mancanza di sicurezza e di resilienza energetica rappresentano uno dei quattro rischi principali per le aziende. È facile capire come un'interruzione della fornitura energetica in sito o in un data centre possa causare danni al brand dell'azienda. Tuttavia, soluzioni come l'energia solare permettono di eludere questi rischi, nel quadro di una strategia energetica sostenibile, per mantenere l'azienda sempre operativa e al riparo da rischi commerciali, normativi e di mercato.

Le aziende con forti prospettive di crescita futura sono quelle che hanno una chiara strategia energetica. Un terzo delle organizzazioni che prevedono una crescita dei profitti superiore al 20% nei prossimi cinque anni ha delineato un filo conduttore tra l'uso sostenibile dell'energia, l'immagine del brand e i valori dell'azienda.

Il nostro report Distributed Energy Future Trends contiene maggiori informazioni su come possiamo aiutare le aziende a diventare più sostenibili migliorando le emissioni di carbonio, la competitività aziendale e la percezione del brand.

Che cosa serve per diventare un'organizzazione più sostenibile e orientata al futuro?