Dl Sostegni-Blog-IT
  1. Home
  2. > Knowledge Centre
  3. > News
Company news

Aziende energivore: criteri per accedere agli aiuti del DL Sostegni Ter

Il nuovo decreto Sostegni Ter prevede delle misure economiche per contenere l’aumento del costo della bolletta energetica per le aziende energivore. Ma quali sono i criteri per essere classificati come azienda energivora e poter beneficiare delle agevolazioni?

Secondo uno studio elaborato dall’Ufficio studi della Cgia, nel 2022 famiglie e imprese subiranno un aumento del prezzo delle tariffe energetiche pari a 89,7 miliardi: 30,8 saranno in capo alle famiglie e 58,9 miliardi alle imprese. Le aziende energivore, quelle cioè caratterizzate da un alto impatto delle spese energetiche rispetto alle attività svolte, sono quelle che subiranno maggiormente questi aumenti. In loro supporto il Governo, con il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del dicembre 2017 e con il DL Sostegni Ter del gennaio 2022, ha prima previsto una loro classificazione per l’accesso alle agevolazioni e, successivamente, delle misure economiche urgenti per contenere gli aumenti.

Redatto con il fine di armonizzare la normativa alle disposizioni comunitarie in materia, il decreto stabilisce:

  • I livelli di contribuzione agli oneri generali di sistema da applicare alle imprese a forte consumo di energia elettrica a decorrere dal 1° gennaio 2018;
  • Le modalità e i tempi di attuazione del piano di adeguamento redatto dall’Italia;
  • Le caratteristiche soggettive delle imprese che possono accedere alle agevolazioni;
  • Le modalità con cui l’Autorità per l’energia provvede all’attuazione della misura

Sono oltre 3.000 le imprese manifatturiere a forte consumo di energia elettrica che potranno usufruire delle nuove agevolazioni per la riduzione della bolletta dell’elettricità.

Nel Decreto, infatti, si ritiene prioritario semplificare il meccanismo di accesso alle agevolazioni a favore delle imprese energivore e assicurare alle imprese agevolate la certezza sugli oneri applicabili nell’anno di competenza.

Sostegni Ter: gli aiuti per le aziende energivore

A seguito di questa classificazione, con il Decreto Sostegni Ter il Governo Draghi ha previsto interventi mirati e diretti a favore delle aziende energivore grazie a un pacchetto di 3 misure destinato alla mitigazione del caro energia per le imprese produttive maggiormente esposte all’aggravio dei costi.

Nel Titolo III sono previste le seguenti misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica:

  • Al fine di ridurre gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico, l’Art. 14 prevede l'annullamento della voce in bolletta relativa agli “oneri di sistema” per tutte le utenze con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW. La misura sarà operativa per il primo trimestre 2022, e con decorrenza dal 1° gennaio 2022;
  • L’Art. 15 prevede misure straordinarie a sostegno delle imprese a forte consumo di energia elettrica (c.d. energivore come definito dal decreto MISE del 21 dicembre 2017) i cui costi per kWh della componente energia elettrica hanno subìto un incremento del costo per KWh superiore al 30% relativo al medesimo periodo dell’anno 2019. In questi casi, è riconosciuto un contributo straordinario a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti, sotto forma di credito di imposta, pari al 20% delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel primo trimestre 2022;
  • Il decreto prevede anche una misura per l'elettricità prodotta da impianti a fonti rinnovabili. L’Art. 16 prevede infatti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 e fino alla data del 31 dicembre 2022, sull’energia elettrica immessa in rete da impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW che beneficiano di premi fissi derivanti dal meccanismo del Conto Energia, non dipendenti dai prezzi di mercato, nonché sull’energia elettrica immessa da impianti di potenza superiore a 20 kW alimentati da fonte solare, idroelettrica, geotermoelettrica ed eolica che non accedono a meccanismi di incentivazione, è applicato un meccanismo di compensazione a due vie sul prezzo dell’energia

Aziende energivore: chi sono i beneficiari delle agevolazioni

A decorrere dal 1° gennaio 2018, accedono alle agevolazioni le imprese che hanno un consumo medio di energia elettrica, calcolato nel periodo di riferimento, pari ad almeno 1 GWh/anno e che rispettano uno dei seguenti requisiti:

  • operano in uno dei settori dell' Allegato 3 delle Linee guida CE;
  • operano in uno dei settori dell' Allegato 5 delle Linee guida CE e hanno un indice di intensità elettrica positivo superiore al 20%;
  • non rientrano nei primi due punti, ma sono ricomprese negli elenchi delle imprese a forte consumo di energia redatti, per gli anni 2013 o 2014, dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA) in attuazione dell’articolo 39 del decreto legge n. 83/2012 Livelli di contribuzione agli oneri generali di sistema

I livelli di contribuzione

I livelli di contribuzione si riferiscono alla sola parte degli oneri di sistema relativa al supporto delle energie rinnovabili e alla cogenerazione, e sono diversi a seconda dell’appartenenza delle imprese alle categorie sopra descritte.

Settori compresi nell’Allegato 3 o 5 e intensità elettrica su VAL maggiore uguale al 20%

Le imprese contribuiscono agli oneri di sistema sopra descritti in forma slegata dal loro consumo di energia elettrica, ma come percentuale del Valore Aggiunto Lordo, secondo le percentuali della seguente tabella.

Settori compresi nell’Allegato 3 e intensità elettrica su VAL minore del 20%

Le imprese contribuiscono agli oneri di sistema caricando il costo sul consumo di energia in MWh, ma di una quota scontata in base al valore dell’intensità elettrica sul fatturato.

Settori compresi nell’Allegato 5 e intensità elettrica sul VAL minore del 20%

Non è prevista alcuna agevolazione.

Settori non compresi nell’Allegato 3 o 5 ma iscritti in elenco energivori nel 2013 o 2014

Le imprese contribuiscono agli oneri di sistema caricando il costo sul consumo di energia in MWh, ma di una quota scontata in base al valore dell’intensità elettrica sul fatturato.

Parametri di consumo efficiente

La CSEA provvederà a pubblicare sul proprio sito internet l’elenco dei requisiti delle imprese energivore che beneficiano delle agevolazioni del decreto e trasmetterà annualmente al Ministero dello sviluppo economico e all’Autorità per l’energia una relazione sullo stato di attuazione della misura.