Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Vendita al dettaglio

Gli hotel necessitano di soluzioni per la gestione dell'energia

L'efficienza energetica è sempre stata una priorità per il settore turistico-alberghiero; tuttavia questa priorità ora è più che mai urgente.

Questo non dovrebbe sorprendere, in considerazione del fatto che i costi dell'energia rappresentano la seconda spesa più grande per il settore turistico-alberghiero, dopo quella per il personale. L'utilizzo dell'energia elettrica rappresenta il 60-70% dei costi per le utenze di un normale hotel, pari a circa il 6% dei costi di esercizio complessivi.

L'anno scorso la MGM Resorts International, importante azienda del settore del gioco a Las Vegas, ha pagato una sanzione di 86 milioni di dollari per rescindere il contratto con la società di servizi locale Nevada Power, in modo da poter acquistare energia più verde sul mercato all'ingrosso. In una lettera alla commissione di pubblica utilità, l'azienda ha spiegato:

"Il nostro obiettivo è la diminuzione dell'impatto ambientale di MGM, riducendo l'uso dell'energia e orientandoci con determinazione verso fonti energetiche rinnovabili. Il nostro imperativo è amplificato dall'aumento dell'interesse dei clienti per destinazioni ecologicamente sostenibili".

Il fatto è che fino ad ora gli hotel, i resort e i casinò non disponevano dei dati o delle tecnologie necessari per migliorare notevolmente il loro consumo energetico. Oggi questo non si verifica più, poiché nel settore turistico-alberghiero si è aperta una nuova frontiera per l'efficienza energetica e operativa.

In breve, le inefficienze operative riguardano la struttura orizzontale di integrazione dei servizi, tipica del settore turistico-alberghiero.

Oltre all'alloggio, gli hotel offrono in genere ristoranti e bar, spa e palestre, impianti sportivi, servizi di lavanderia, casinò, negozi di souvenir e altri servizi individuali. Queste distinte business unit condividono risorse energetiche comuni, per le quali nessuna business unit è direttamente responsabile. Questo rende molto più difficile e meno probabile la conservazione energetica, e che questa abbia luogo in maniera intelligente e coscienziosa.

Poiché la base di clienti di ciascuna di queste business unit minori è integrata negli ospiti dell'hotel, c'è poca concorrenza e scarsa iniziativa per ottenere i vantaggi competitivi che costituiscono o smantellano attività autonome dello stesso tipo. Di conseguenza, gli hotel e i resort non possono ragionevolmente aspettarsi che i loro ristoranti, bar, palestre, ecc. si assumano la piena responsabilità della spesa operativa, cercando di innovarsi e adottare le migliori pratiche emergenti.

Energia intelligente come prerequisito per un'ospitalità eccellente

La necessità di una migliore gestione dell'energia all'interno di hotel e resort supera il desiderio di ottenere effetti sinergici per diverse business unit e di prevenire uno scenario tragico dei beni comuni. Al livello più elevato del settore turistico-alberghiero, non ci si limita alla pura vendita di camere, ma si vende un'esperienza di "fuga"; e per molti resort, fuga significa andare lontano dalla normalità del quotidiano. Qui ha origine la scelta di destinazioni esotiche per le vacanze (come i Caraibi, o una destinazione remota dell'Estremo Oriente, un viaggio nella savana, ecc.) o posti con un ecosistema di ospitalità dedicato (Las Vegas, Orlando, Macao, ecc.), che in qualche modo offrono un'alternativa al mondo normale.

Per questi tipi di strutture di ospitalità, l'importanza della supervisione e della pratica dell'energia intelligente è aggravata dalle loro posizioni spesso fuori mano (e impegnative dal punto di vista ambientale). In queste destinazioni, la fornitura di energia e le infrastrutture tendono a essere un po' più indefinite e, a causa delle condizioni meteo, è solitamente necessario un massiccio condizionamento artificiale per il comfort degli ospiti. Oltre a ciò, in questi luoghi si verificano occasionalmente eventi meteorologici estremi e violenti.

Se si mettono insieme questi pezzi del puzzle, l'immagine inizia a diventare più chiara: per gli hotel e i resort in località remote, le prestazioni, l'affidabilità e l'efficienza delle apparecchiature e delle infrastrutture ad alta intensità energetica sono fondamentali per la loro offerta di servizi di base.

Hotel & resort che fanno grandi passi verso l'efficienza energetica

L'efficienza energetica nel settore turistico-alberghiero non è nulla di nuovo. Gli hotel sono sempre più consapevoli di questi problemi che stanno affrontando da decenni. Tuttavia, la maggior parte di queste azioni non è mirata alle singole business unit o a cercare di individuare sistematicamente e sradicare lo spreco energetico operativo.

L'iniziativa più diffusa è l'illuminazione a LED, scelta dal 90% degli hotel intervistati, secondo l'American Hotel & Lodging Association. Tuttavia, molti alberghi, resort e casinò stanno operando cambiamenti su scala molto più ampia:

  • L'Harrah's Las Vegas ha completato un progetto di messa in opera di impianti preesistenti del valore di 1.125 milioni di dollari, che ha ridotto il consumo energetico annuo da 48 milioni di kWh a 24 milioni di kWh e mostra un risparmio annuale di 309.720 dollari.
  • Il Mandalay Bay ha costruito il più grande impianto di energia solare degli Stati Uniti, posizionato sul tetto, che soddisfa il 25% del loro fabbisogno energetico.
  • Quest'anno, il Radisson Blu Frankfurt ha annunciato l'intenzione di installare la tecnologia delle celle a combustibile, che consentirà all'hotel di produrre 3 GWh di energia elettrica e di ridurre le emissioni di anidride carbonica di circa 600 tonnellate all'anno.
Via dello shopping di lusso illuminata a tarda notte.

Queste tipologie di iniziative così ampie possono avere un impatto importante sui costi operativi. Secondo EnergyStar, la sola riduzione del 10% del consumo energetico avrebbe il medesimo effetto finanziario dell'aumento del prezzo medio giornaliero per camera (ADR) di $ 0,62 negli hotel con servizio limitato e di $ 1,35 negli hotel con servizio completo. Tuttavia, questo non è l'unico motivo per il quale le organizzazioni che offrono ospitalità intelligente stanno adottando iniziative energetiche su larga scala estese a tutto l'hotel.

Ospitalità e tendenze dello sviluppo sostenibile

La reputazione è particolarmente importante nel settore turistico-alberghiero. Nel complesso, il settore è oggetto di attenzione e di esame per i suoi contributi sovradimensionati alle emissioni globali e all'esaurimento delle risorse. In un settore che addebita un costo a fronte di una promessa di un'esperienza piacevole, anche lussuosa, la gestione del marchio è estremamente importante. Il potenziale effetto a catena derivante da un giudizio negativo della stampa in merito alle cattive pratiche ambientali di un hotel può essere catastrofico.

Ma gli hotel e i resort non stanno solo cercando di migliorare la loro immagine pubblica attraverso iniziative verdi, bensì stanno tentando di guadagnare una quota del fiorente mercato dell'ecoturismo che vale più di 600 miliardi di dollari ogni anno.

Le catene alberghiere più grandi che lavorano per costruire le loro credenziali ecologiche competono anche con i nuovi eco-resort. Il progetto Restorative Island a Blackadore Caye di Leonardo DiCaprio mira a essere il più lussuoso resort ecologico mai costruito, mentre l'Oasis Eco Resort è destinato agli imprenditori rispettosi dell'ambiente.

Tecnologia di gestione dell'energia come vantaggio competitivo

Mentre gli hotel e i resort hanno intrapreso iniziative di efficienza energetica al fine di risparmiare sui costi e valorizzare l'immagine, la maggior parte di essi deve ancora sperimentare il vero vantaggio competitivo della gestione dell'energia. Gli hotel e i resort hanno favorito iniziative energetiche sensazionali ma per lo più superficiali, perché non disponevano dei dati necessari per individuare le aree in cui occorre apportare modifiche specifiche. Solo il 20-30% del mercato ha scelto di sfruttare la gestione dell'energia per ridurre i livelli di consumo energetico per il riscaldamento, la ventilazione e il condizionamento dell'abitazione.

camera di un hotel.

Secondo Gary Isenberg, Presidente di LWHA Asset Management Services, "Da un punto di vista tecnologico, il settore turistico-alberghiero tende a essere molto indietro. La transizione dall'illuminazione tradizionale alle lampadine a LED è minima rispetto a quello che sta accadendo con la tecnologia dei sensori wireless che consente agli hotel di tenere traccia del consumo energetico e di adeguarlo di conseguenza".

Una volta che il settore turistico-alberghiero ha esaurito iniziative quali l'illuminazione LED e l'energia alternativa, dovrà svolgere analisi del consumo energetico molto più granulari. Il monitoraggio e l'ottimizzazione del consumo energetico per ciascuna business unit e per ciascun dispositivo all'interno di queste unità è l'area in cui le attività di ospitalità possono iniziare a sperimentare reali cambiamenti.

Poiché molte persone soffrono a causa di una crescita economica rallentata, l'impatto per quanto riguarda la domanda sulle preferenze in merito all'ospitalità è difficile da prevedere (può comportarsi come un bene di lusso normale, con una domanda in declino nelle economie in declino, o come un bene Veblen, con la sua domanda positivamente correlata alla relativa spesa). Il mantenimento di un maggior controllo sulle leve della gestione dei costi consentirà ai proprietari e agli operatori un controllo fondamentale e una flessibilità nella propria determinazione dei prezzi, aiutandoli a massimizzare il profitto indipendentemente dall'economia, dalla stagione e dalle circostanze.

Raccolta di dati con una tecnologia avanzata di gestione dell'energia

Più un'attività è grande e complessa, più è probabile che possano presentarsi problemi e più è difficile individuarli e correggerli quando si verificano. Per gli hotel e i resort dotati di molteplici business unit e dislocati geograficamente in luoghi diversi, è ancora più importante avere una profonda conoscenza del consumo energetico di ciascun dispositivo e di ciascun sito.

Il passaggio all'illuminazione LED, pur essendo l'iniziativa di efficienza energetica più popolare per gli hotel, non incide molto profondamente sul consumo energetico. Le luci rappresentano meno del 4% del consumo totale di energia.

Una recente relazione, "Attività sostenibili nel settore alberghiero", ha ripartito le aree di allocazione dell'energia in un normale hotel:

  • 63% riscaldamento e acqua calda
  • 11% cucina
  • 6% aria condizionata
  • 4% luci, televisione e radio
  • 4% lavanderia
  • 1% ventilazione
  • 11% usi diversi

La tecnologia avanzata di gestione dell'energia può fornire i dati e il monitoraggio necessari per individuare le aree in una business unit dell'hotel in cui si verifica lo spreco maggiore di energia e in cui vi sono le migliori opportunità di miglioramento. L'aggiunta di una visione più approfondita a una diagnosi energetica è un grande vantaggio della tecnologia avanzata di gestione dell'energia, ma non è l'unico.

Persona che guarda i dati relativi all'energia sul proprio telefono.

Una maggiore visibilità nel consumo energetico a livello di dispositivo può migliorare l'efficienza energetica su base giornaliera. L'individuazione di anomalie nell'utilizzo di energia a livello di dispositivo può aiutare a trovare i guasti delle apparecchiature e consentire la pianificazione della manutenzione predittiva sulle stesse per limitare i costi di riparazione e sostituzione, nonché i tempi di inattività. La tecnologia di gestione dell'energia può inoltre fornire dati sui consumi energetici di picco e non, gettando le basi per spostare il carico e ridurre i costi per le aziende nel settore turistico-alberghiero.

Energia più intelligente che alimenta alberghi e resort più intelligenti

Con così tante business unit concorrenti e diverse esigenze operative, il settore turistico-alberghiero ha un profilo energetico molto complesso e incline agli sprechi. Finora, questo profilo si è prestato a un approccio prevalentemente laissez-faire, ricco di inefficienze e generalmente privo di responsabilità interoperativa.

Consapevoli di questa mancanza e mal equipaggiati per farvi fronte, a causa dell'assenza di un percorso di dati granulare che riguarda l'efficienza delle infrastrutture e delle apparecchiature, gli hotel e i resort si sono limitati all'implementazione di iniziative perfettamente organizzate, quali le installazioni a LED.

Utilizzando tecnologie avanzate per la gestione dell'energia, gli hotel, i resort e i casinò possono ora acquisire dati operativi derivanti dall'energia per offrire il contesto e la tracciabilità necessari affinché le business unit risolvano le loro dipendenze e reintroducano la totale responsabilità operativa.

Con questo tipo di visione a raggi X profonda e ampia che scansiona la propria struttura, sarà possibile localizzare rapidamente le fonti di spreco e opportunità passate. Di conseguenza, le iniziative di riduzione dei costi e di eccellenza operativa saranno facili da pianificare, eseguire e monitorare, creando vantaggi competitivi reali e sostenibili.