Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Efficienza energetica e rinnovabili: il bilancio degli investimenti italiani

Pubblicati i dati degli investimenti in efficienza energetica ed energie rinnovabili nel 2019.

Il Digital Energy Efficiency Report 2020, il decimo rapporto elaborato dall’Energy & Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano, è uno dei report più attesi dagli operatori del settore energetico perché contiene i dati sugli investimenti in campo energetico dell’ultimo anno ed elabora le prospettive di investimento a breve termine, molto importanti in particolare con riferimento al periodo post-Covid.

COVID-19 ed efficienza energetica: l'impatto sul settore industriale

Come per molti settori dell’economia italiana, il rapporto conferma l’impatto della pandemia sull’implementazione di misure di efficienza energetica nell’industria, tanto da prospettare una ripresa degli investimenti a livello pre-Covid solo a partire dal 2023 (2,5 miliardi di euro).

I dati, infatti, nel 2019 registrano un valore degli investimenti in efficienza energetica nell’industria italiana di 2,6 miliardi di euro (pari a +1,9% rispetto all’anno precedente), ripartiti per il 90% su tecnologie hardware e solo per il 7,5% su software per controllo e monitoraggio.

Tra le tecnologie più adottate, il Report sottolinea la preferenza delle aziende per i sistemi di aria compressa che assorbono il 16% degli investimenti (179 milioni di euro), seguiti sai sistemi HVAC e refrigerazione (+6%), illuminazione e inverter (in calo del 5%), motori elettrici e cogenerazione (in calo del 13%) e, infine, i sistemi di combustione (-19%).

Per quanto riguarda le soluzioni software, invece, il 46% è stato dedicato a sistemi di monitoraggio energetico (pari a un valore di circa 90 milioni di euro), seguono la sensoristica di base (20%), i sistemi SCADA (12%) e il cloud computing (10%).

L’epidemia da Covid-19 sta avendo un impatto anche sul settore delle energie rinnovabili, come emerge dal Renewable Energy Report 2020, che già era cresciuto in modo modesto nel 2019. La nuova potenza installata in Italia lo scorso anno è stata di circa 1.210 MW, oltre 50 MW in più (+4%) rispetto al 2018 e tuttavia ancor limitata rispetto agli obiettivi, trainata principalmente dai comparti di eolico e fotovoltaico.

E’ ancora il fotovoltaico a guidare nel 2019 la classifica delle nuove installazioni con 737 MW, 310 nei soli mesi di novembre e dicembre: +69% sul 2018, pari a un valore di oltre 850 milioni di euro e in grado di fare salire il volume complessivo di potenza installata a 20.850 MW. I dati confermano la tendenza al ritorno degli impianti di grande taglia (34% del totale in potenza) rispetto al settore residenziale, che comunque resta ancora predominante (36%).

L’eolico segue con 413 MW di nuove installazioni (per un valore di poco più di 450 milioni di euro) su un volume complessivo di potenza di oltre 10.600 MW, localizzata per la quasi totalità nelle regioni del Sud, mentre le rinnovabili elettriche hanno contribuito alla copertura del 40,1% della produzione e del 35,6% della domanda elettrica nazionale, che ha raggiunto i 319,5 TWh.

La pandemia è la causa principale del calo di oltre il 25% degli investimenti che si sta registrando del 2020, ma tra gli altri fattori si possono annoverare certamente un quadro normativo poco chiaro e la ‘maturità’ delle tecnologie.

Le prospettive future per il mercato dell'efficienza energetica

Per quanto riguarda il futuro, l’indagine prospetta due scenari. Da una parte una crescita degli investimenti rilevante (seppur inferiore rispetto alla contrazione del 2020) e limitata all’anno; dall’altra un aumento importante degli investimenti, che raggiungerà i livelli persi solo a partire dal 2023.

In entrambi i casi, i vincoli finanziari rappresentano una sfida per molte aziende. Soprattutto in un momento in cui budget limitati devono competere con attività operative, processi e sistemi aziendali critici, i progetti di miglioramento energetico vengono spesso rimandati o messi da parte. Per questo noi di Centrica Business Solutions offriamo opzioni di finanziamento personalizzate, anche senza alcun esborso di capitale iniziale, che riescono a supportare le aziende italiane a realizzare le proprie ambizioni energetiche.

Scarica la nostra guida all’investimento per scoprire quale tra le nostre opzioni di finanziamento flessibili e a investimento zero si adatta meglio alle esigenze della tua azienda, e accedi a soluzioni energetiche innovative per l’efficienza energetica.