Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
News post

Intervento di Jorge Pikunic presso le Nazioni Unite

Jorge Pikunic parla di "Internet of things" ed energia distribuita al World Summit on Innovation & Entrepreneurship presso le Nazioni Unite.

Lo scorso anno, Centrica ha istituito la nuova business unit Energy Distributed and Power con l'obiettivo di aiutare i grandi utilizzatori di energia ad assumere il controllo della loro energia.

Ieri, al World Summit on Innovation and Entrepreneurship presso le Nazioni Unite a New York, il nostro Managing Director Jorge Pikunic ha tenuto un discorso sul tema "L'Internet of things incontra l'energia: l'amore per la sostenibilità ha inizio a casa".

Di seguito il discorso completo.

"Buongiorno. È un piacere essere qui.

Lavoro per Centrica, un'azienda internazionale di energia e servizi che opera qui negli Stati Uniti con il marchio Direct Energy.

Sono Managing Director di Distributed Energy and Power, una delle due business unit globali costituite solo qualche mese fa in risposta alle tendenze che stanno radicalmente cambiando nel mondo dell'energia.

In Pearl Street, a pochi isolati da qui, alla fine del 1800 è stata costruita la prima centrale elettrica. È così che questa città, New York, ha assistito alla nascita del sistema energetico così come lo intendiamo ora.

Io, fornitore di energia, dò a te, consumatore, l'energia che utilizzi. Premi un interruttore e si accende una luce, e alla fine del mese o del trimestre o dell'anno, ricevi una bolletta, senza però comprendere bene come l'energia è stata consumata o la sua provenienza. Sei un consumatore passivo.

Ma oggi non siamo più nel 1800. Oggi il mondo non potrebbe essere più diverso.

Noto tre tendenze in particolare che stanno modellando profondamente il mondo dell'energia.

La prima riguarda l'incremento dell'energia rinnovabile. Qui negli Stati Uniti sono stati installati oltre 25 GW di capacità solare, energia sufficiente per alimentare più di 5 milioni di abitazioni.

In secondo luogo, noto che l'atteggiamento delle persone nei confronti dell'energia sta cambiando. Noi di Centrica abbiamo 28 milioni di clienti. E vediamo che i clienti vogliono scegliere: desiderano avere il controllo dell'energia e la capacità di utilizzarne meno. Desiderano inoltre che le emissioni di carbonio siano sempre più basse.

La terza tendenza riguarda la tecnologia, ogni giorno sempre più disponibile. Si prevede ad esempio che lo stoccaggio di energia elettrica diventerà una tecnologia ben consolidata e accessibile. I prezzi delle batterie agli ioni di litio sono crollati del 53% tra il 2012 e il 2015 (GSR, 2015). Ma i cambiamenti nella tecnologia digitale e nell'analisi dei dati probabilmente sono ancora più importanti. L'Internet of things avrà un impatto fondamentale sul modo di fare affari. Si stima che nel mondo vi saranno 50 miliardi di dispositivi connessi entro il 2020. I big data e l'analisi consentono ai fornitori di estrarre informazioni significative per i clienti grazie ai quali è possibile comprenderne il comportamento e i relativi cambiamenti, ad esempio ridurre la quantità di energia consumata. Uno dei nostri prodotti, Panoramic Power, supportato da un'innovativa tecnologia dei sensori wireless, ha proprio questa funzione.

Queste tre tendenze (fonti rinnovabili, atteggiamento verso l'energia e accessibilità della tecnologia) indicano che i consumatori non sono più passivi come un tempo.

Ciò significa che sta cambiando anche l'ubicazione dell'energia, intesa come luogo in cui l'energia viene generata e gestita. L'energia sarà generata più vicino al punto di consumo e stiamo assistendo all'emergere di impianti energetici locali e micro-reti.

Se mi chiedete che cosa significa l'Internet of things per l'energia e vi risponderò con una sola parola: democratizzazione. Da un piccolo numero di utenti a decine di migliaia di grandi utilizzatori di energia e milioni di famiglie e piccole aziende che avranno un ruolo determinante.

Grazie. "

 

 

Contatti per la stampa: media@centrica.com